DEVITALAW Rassegna Stampa

Walter Biot condannato a 20 anni dalla Corte d’Assise di Roma: aveva passato segreti militari ai russi

Leggi l’articolo originale su Open

L’ufficiale della Marina era stato già condannato a 30 anni dal tribunale militare

È stato condannato a 20 anni dalla Corte d’Assise di Roma il capitano di fregata della Marina Walter Biot, arrestato a marzo 2021 a Roma in un parcheggio di un centro commerciale mentre stava per cedere notizie coperte da segreto a funzionari dell’ambasciata russa. La procura di Roma aveva chiesto 18 anni per l’ufficiale accusato anche di spionaggio e corruzione. Biot era stato già condannato a 30 anni di carcere dal tribunale militare con l’accusa di rivelazione di segreti militari a scopo di spionaggio, procacciamento di notizie segrete a scopo di spionaggio, esecuzione di fotografie a scopo di spionaggio, procacciamento e rivelazione di notizie di carattere riservato e comunicazioni all’estero di notizie non segrete né riservate. Nella sentenza del 9 marzo scorso, i giudici del tribunale militare sostenevano che «le complesive risultanze processuali acquisite non lascino residuare dubbi in merito alla natura di segreto militare delle notizie che ne sono oggetto e, dunque, alla loro inerenza alla preparazione, forza difesa dello Stato». In quell’occasione la pubblica accusa chiedeva l’ergastolo.

Condividi

Leave a Reply

Your email address will not be published.